logo logo
logo logo
News

RINVIATE LE DUE GARE TRA SALERNO E LANCERS

Due gare in programma, due gare rinviate. Non c’è scampo per i Thunders Salerno, costretti a rimandare entrambe le partite contro i Lancers. La squadra campana si è presentata regolarmente al campo da gioco di Lastra a Signa: valutata la situazione, è stato deciso – con direttore di gara e avversari – che no, quest’oggi sarebbe arrivato nessun ‘playball’ ad allietare la domenica.
Chiara e condivisa l’amarezza del presidente Iannetta e dell’intera squadra, sul cui groppone pesa una trasferta da 1200 chilometri. Praticamente a vuoto. Con i Lancers era stata paventata la possibilità di rinviare la gara due giorni fa, ma la Federazione ha deciso di attendere il giorno della partita per un ultimo sopralluogo con l’arbitro designato. Ora le due squadre si riuniranno per trovare un’altra data consona al recupero.
Intanto, raggiunto telefonicamente, il presidente Iannetta ha fornito un primo feedback sulla stagione in corso: “Partiamo dall’esordio in casa: simpatico, molto. Abbiamo cercato di fare un connubio tra le due realtà cadette, la Salernitana e i nostri Thunders, entrambe in Serie B. Ringraziamo della presenza il team manager Avallone, che ha effettuato un primo lancio niente male. Cali Roma? Abbiamo provato a mantenere la media di una vittoria e una sconfitta, adesso toccherà rigiocare il decimo inning della seconda gara e probabilmente sarà in trasferta a Roma”.
C’è comunque soddisfazione per il percorso dei ragazzi, specialmente guardando al bullpen. “Ho visto una squadra competitiva anche nei lanciatori di scuola italiana, da Guerra ai rilievi Migliozzi e Romanzetti, aspettando D’Addio. Aguilera fa chiaramente la differenza: a Latina ha esordito col botto, col Cali un piccolo momento di difficoltà ma poi ha ripreso la vena positiva chiudendo con tanti strikeouts. Ed è solo un classe ’99”, le parole del numero uno salernitano.


Cristiano Corbo

Ufficio Stampa Thunders Salerno